Abbinamenti del vino – Con quale criterio puoi scegliere il giusto abbinamento per il vino con il cibo?

abbiamento di vini con il cibo
Vino Bianco o Vino Rosso?
1 Ottobre 2020
Un solo vino o più vini?
Possiamo bere più vini diversi in un pranzo?
8 Ottobre 2020

Abbinamenti del vino – Con quale criterio puoi scegliere il giusto abbinamento per il vino con il cibo?

criteri di scelta tra vino e cibo

I cinque criteri

Un buon abbinamento cibo-vino è quello in cui nessuna delle due componenti, quella nel piatto e quella nel bicchiere, sovrasta l’altra.

Cibo e vino debbono insomma completarsi armoniosamente.

abbinamenti-vino-ciboRaggiungere questo equilibrio certamente non è facile, ma seguendo alcune linee guida è possibile avvicinarsi a delle ottime soluzioni. I criteri cui porre attenzione per cercare di ‘costruire’ il miglior abbinamento cibo-vino sono sostanzialmente cinque, che elenchiamo di seguito, riservandoci di trattarne più diffusamente in altri articoli che trovi in questo Wine Shop Online.

 

 

Il primo criterio

Il primo criterio comunque è quello’ di rispettare le caratteristiche della struttura del piatto e del vino: è facilmente intuibile che un vinello giovane e leggero scompaia nell’accostarlo a un piatto di cacciagione, così come un rosso di lungo invecchiamento non può trovare adeguato supporto in un semplice petto di pollo alla griglia.

Il secondo criterio

Il secondo criterio è quello dell’abbinamento ‘stagionale‘:  è noto a tutti che d’estate si preferiscono cibi leggeri, mentre d’inverno si indulge volentieri in elaborazioni gastronomiche più complesse. Lo stesso può accadere col vino: i vini ‘estivi’ sono quelli più leggeri, freschi, giovani, magari anche frizzanti (bianchi, rossi o rosati che siano), mentre la stagione fredda predilige i rossi importanti, i bianchi strutturati e i grandi passiti ‘caldi’ di alcol.

Il terzo  criterio

Il terzo  criterio da seguire è quella dell’accostamento ‘regionale‘.  In linea, cioè, con la tradizione del luogo cui appartengono una certa ricetta o un certo vino. È la soluzione ideale per chi ama viaggiare: affidarsi all’abbinamento tradizionale permette di andare sul sicuro e di conoscere al meglio la cultura della tavola e del vino del territorio che si sta visitando.

Il quarto criterio

Il quarto criterio quello della similitudine tra cibo e vino. Secondo questa regola, il vino scelto deve avere le caratteristiche simili a quelle del piatto. È una regola che trova applicazione soprattutto nella ricerca dei vini per i dessert e per i piatti aromatici.

Il quinto criterio

Il quinto criterio è decisamente più tecnico: l’abbinamento per contrasto. Questo prevede di associare vini e piatti con caratteristiche tali da rendere armoniose le loro differenze. Questo criterio è il più difficile da applicare correttamente, ma è anche quello che consente di trarre le maggiori soddisfazioni.

L’orizzonte sul quale scegliere il vino da abbinare al vostro piatto qui è amplissimo: non c’è limite di tipologia o di area geografica che possa fermare la vostra voglia di sperimentazione.

Un vino liquoroso come il Marsala e un formaggio erborinato come il Gorgonzola a prima vista potrebbero apparire poco conciliabili tra di loro, eppure il loro abbinamento ‘per contrasto’ è fra i migliori che si siano mai trovati.