I migliori abbinamenti tra vini, Molluschi e ostriche

Foto dell'autore
Written By Gilberto Mattei

Spumanti e molluschi

In genere un po’ tutti i cosiddetti ‘frutti di mare’ crudi possono sposarsi con dei buoni spumanti italiani. Pure con dei bianchi secchi, tranquilli, di medio corpo.

Un Vino Chardonnay, ad esempio può essere una buona soluzione. Questo a  condizione che si tratti d’un vino abbastanza giovane e soprattutto che non sia stato affinato in barrique.

Bianchi secchi

Gli spumanti accompagnano anche il conchigliame cucinato al naturale e quello gratinato. Queste preparazioni si sposano anche con dei bianchi secchi abbastanza morbidi, dallo spiccato profumo floreale e fruttato come il Tocai friulano: la Vernaccia di San Gimignano, il Verdicchio dei Castelli di Jesi o il Frascati.

Anche le zuppe di cozze vogliono vini bianchi secchi abbastanza morbidi, floreali e fruttati nelle sensazioni olfattive. Il vino Terre di Franciacorta, ad esempio, o un Pinot Grigio fanno al caso nostro.

In tema di molluschi è aperta un’annosa disputa fra gastronomi sul possibile accostamento fra vino e ostriche: i pareri sono contrastanti.

Ostriche

Ostriche e Champagne: un intrigante simbolo del lusso.

In effetti, c’è chi pensa che i grandi spumanti vadano benissimo insieme con i molluschi crudi.

Ma altri sono invece del tutto contrari e accettano al massimo vinelli bianchi leggerissimi. Una terza fazione reclama vini bianchi di buona struttura.

Ma sta crescendo a vista d’occhio una quarta corrente: quella che per le ostriche sceglie un Moscato d’Asti aromatico e leggero, servito ben fresco.

Ti è piaciuto l'articolo? Condividilo!

Lascia un commento

it_ITItaliano